Notizia | | 16/12/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

In Kenya ce n’è per tutti i gusti, dalle pianure smisurate alle metropoli affollatissime. Il Kenya, però, è famoso soprattutto per le seguenti attrazioni, amatissime dai turisti.

1: Masai Mara

Nel Sudest del Kenya, al confine con la Tanzania, si trova la riserva naturale di Masai Mara, uno dei parchi più importanti di tutta l’Africa. Nel Masai Mara vivono leoni, elefanti, ghepardi e leopardi e nel fiume Mara ti attendono i coccodrilli e gli ippopotami. Il Masai Mara è il prolungamento settentrionale del Serengeti e funge da corridoio per tutti gli animali selvaggi che abitano nelle savane, tanto che il parco è noto soprattutto per la cosiddetta ‘Great Migration’, la migrazione stagionale di massa degli gnu e delle zebre. Il parco è uno dei luoghi più visitati dai viaggiatori con un visto turistico per il Kenya.

2: Nairobi

Nonostante la maggior parte dei turisti scelga il Kenya per i safari, Nairobi costituisce un’alternativa perfetta per chi cerca qualcosa di diverso. La capitale del Kenya è anche la città più grande del Paese, che ospita, per esempio, il museo nazionale del Kenya. Nel suo vasto complesso si possono ammirare diverse mostre sulla storia e cultura del Paese. Un altro museo famoso è il Karen Blixen Museum, un tempo dimora di Karen Blixen, l’autore del libro Out of Africa (La mia Africa). Ma anche a Nairobi si può godere della natura, dato che poco lontano dal centro della città si trova il parco nazionale di Nairobi, dove vivono anche i rinoceronti neri, una specie in via di estinzione.

3: Parco nazionale di Amboseli

Come quello di Masai Mara, il parco nazionale di Amboseli è una famosa riserva naturale del Kenya. Amboseli è il luogo perfetto per ammirare folti branchi di elefanti, ma il parco ospita anche giraffe, gazzelle, leoni e più di 500 specie di uccelli.

Il Kilimangiaro, la montagna più alta dell’Africa, si trova all’interno del parco di Amboseli. Ogni anno molti turisti che visitano il parco scalano anche questo imponente rilievo montuoso.

4: L’isola di Lamu

Sull’isola di Lamu sembra di tornare indietro nel tempo. L’isola è praticamente priva di auto, il che la rende particolarmente famosa. Invece che in macchina ci si sposta sul dorso di un asino per trasportare le proprie merci da una parte all’altra dell’isola. L’architettura degli edifici antichi mostra l’influsso del mondo arabo e dell’India. Nel porto si trovano i dhow, le imbarcazioni a vela arabe tradizionali. L’isola ospita anche il suo museo, detto Lamu Museum, dove si può scoprire la cultura swahili del posto. Anche l’isola di Lamu può essere visitata con un normale visto Kenya elettronico.

5: Parco nazionale dello Tsavo

Il parco nazionale dello Tsavo è la riserva naturale più vasta del Kenya. È suddiviso in due parti, quella occidentale e quella orientale. Dato che il parco è così vasto, vi si trovano quasi tutti i tipi di paesaggi, dalla savana alle cascate, dai fiumi ai rilievi vulcanici. Nel parco dello Tsavo vivono anche impressionanti animali selvaggi, più facili da avvistare nella parte occidentale del parco, con una fauna più varia di quella orientale, dove si trovano in particolare gli elefanti. Un terzo della popolazione di elefanti del Kenya vive proprio in questo parco.

6: Diani Beach

Sull’Oceano Indiano in Kenya si affaccia Diani Beach, circa 30 chilometri a sud di Mombasa. Questa spiaggia è una delle località balneari più famose del Paese. L’acqua cristallina attira i turisti per un bel bagno rinfrescante. È anche il luogo perfetto per fare snorkeling tra le barriere coralline variopinte o per immergersi nelle acque più profonde. Dato che Diani Beach è così amata dai turisti, vi si trovano molti ristoranti e bar internazionali. La spiaggia si estende per circa 25 chilometri sulla costa dell’Oceano Indiano, quindi le attività da fare non mancano.

Richiedere il visto Vietnam prima della partenza

Se leggere questo articolo sul Kenya ti ha fatto venire voglia di organizzare un viaggio, devi fare in modo di ottenere i documenti necessari prima della partenza. Per visitare le attrazioni sopramenzionate è infatti obbligatorio richiedere un visto per il Kenya. Il visto Kenya non si richiede presso l’ambasciata, ma online. Basta compilare il modulo di richiesta online ed effettuare il pagamento. In seguito, si dovranno caricare alcuni documenti, tra cui una fototessera e una scansione del passaporto. Dopo aver consegnato tutto il necessario, occorre attendere circa 8 giorni per il rilascio del visto. Il visto Kenya è valido per un soggiorno di massimo 90 giorni, un periodo sufficiente per visitare le numerose attrazioni che il Paese ha da offrire!