Notizia | | 29/06/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Tra i viaggiatori europei Cuba è relativamente sconosciuta. Tra i turisti del Nord America, invece, Cuba è da anni una destinazione popolare. Questo non è senza motivo: l’isola tropicale è conosciuta principalmente per la sua musica, i sigari e le vecchie auto americane, ma ha molto di più da offrire, dalle città storiche ai bellissimi parchi nazionali. Anche i viaggiatori italiani possono richiedere un visto Cuba. Questo articolo descrive alcuni dei punti salienti di Cuba.

L’Avana

La capitale di Cuba è l’Avana, una città meravigliosa. Come in molte città europee, la parte più vivace dell’Avana è il centro storico, che ha più di 500 anni e prende il nome da un capo indigeno. Sulla piazza centrale (Plaza Vieja) e nei suoi dintorni si trovano edifici storici colorati ovunque. Inoltre, nella città ci sono diversi musei interessanti con qualcosa per tutti. Si tengono mostre sulla rivoluzione, l’arte, la musica cubana e il passato coloniale. Inoltre, nonostante il fatto che dopo la rivoluzione Cuba sia diventata ufficialmente un Paese ateo, all’Avana ci sono molti edifici religiosi che si possono visitare.

Alla periferia della città si trova Fusterlandia, dove è molto più tranquillo rispetto alle accoglienti ma trafficate strade del centro città. Dal 1990, in questo quartiere, l’artista José Rodriguez Fuster ha creato così tante opere d’arte che il quartiere ha preso il suo nome. I suoi graffiti colorati, le grandi sculture in ceramica e i disegni di strada si vedono ovunque. A Fusterlandia rimarrai certamente stupito.

A l’Avana, ci sono inoltre molti ristoranti e vita notturna da godere. I cubani sono noti per il loro amore per la musica, le feste e il ballo, e questa allegria può essere trovata anche per le strade. Sia che ti piaccia ascoltare musica dal vivo in un ristorante di tapas, bere un cocktail tropicale con vista sul mare o ballare tutta la notte, l’Avana ha tutto.

Panorama dell’AvanaUn panorama dell’Avana

Varadero: la spiaggia blu

A circa due ore di macchina dall’Avana si trova Varadero, una delle più grandi località balneari dei Caraibi. Anche se la sabbia è bianca, questo posto è soprannominato “Playa azul”, ovvero spiaggia blu. Nel corso dei secoli, Varadero è stato il luogo di vacanza di vari personaggi famosi o famigerati, come il boss mafioso Al Capone, la cui ex casa è ora un ristorante.

Varadero è un posto perfetto per rilassarsi sotto un ombrellone o per nuotare. Ciò che rende particolarmente speciale questo luogo è la presenza di diverse grotte che si trovano parzialmente nel mare, dalle rocce delle quali si può saltare in mare.

Dato che Varadero non è vicina a nessuna città, la natura circostante è ancora abbastanza incontaminata e si possono fare belle passeggiate.

Trinidad

Nel mondo ispanofono ci sono molte città con il nome di Trinidad (trinità), così anche a Cuba. Trinidad è più vecchia dell’Avana ed è principalmente conosciuta come una città autentica con caratteristiche che ricordano il passato coloniale. Poiché questa città è riuscita a mantenere gran parte dei suoi edifici originali e delle sue caratteristiche autentiche, è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Gli edifici più visitati sono la chiesa e le case intorno alla piazza centrale (Plaza Mayor). Normalmente niente di speciale, ma a Trinidad anche le case sono attrazioni turistiche. Trinidad ha anche molti luoghi di pernottamento e ristoranti. La città si trova vicino alla riserva naturale Topes de Collantes, dove si possono fare escursioni nella giungla passando per le cascate e dove si possono ammirare animali che in Europa vivono solo negli zoo.

Immersioni nei giardini della regina

I Jardines de la Reina (giardini della regina) si trovano sul fondale marino all’estremità meridionale di Cuba. L’arcipelago fu chiamato così da Colombo in onore della regina Isabella, anche se lei non l’ha mai visitato. È un’area protetta dove non vive nessuno e dove la gente viene a pescare (nel rispetto di condizioni rigorose) o a fare le immersioni per ammirare le barriere coralline. Nelle barriere coralline si trovano pesci, razze e spugne marine, ma anche squali, tra cui lo squalo di barriera dei Caraibi.

Come arrivare a Cuba

Dall’Europa, volare è l’unica opzione per chi desidera recarsi a Cuba. Da Milano, si può volare all’Aeroporto Internazionale José Martí dell’Avana. Ci sono anche voli dall’Europa per l’aeroporto di Santa Marta, vicino a Varadero.

Per recarsi a Cuba, i viaggiatori hanno bisogno di un visto, indipendentemente dalla lunghezza del loro viaggio e dalla loro età. Questo significa che anche i bambini hanno bisogno di un visto Cuba. Il visto Cuba che può essere richiesto online è un documento cartaceo che va portato con sé a Cuba. È quindi consigliabile custodirlo insieme al passaporto. Il documento di viaggio verrà inviato per posta al domicilio del richiedente e permette quindi di risparmiare un viaggio al consolato.

Il visto Cuba ha una validità di 30 giorni, che per la maggior parte dei viaggiatori è più che sufficiente per vedere tutti i punti salienti dell’isola e rilassarsi qualche giorno su una delle tante spiagge.