Notizia | | 18/02/2022 | Tempo di lettura: ±2 minuti

Il governo canadese ha annunciato altri allentamenti alle misure contro il coronavirus per chi vuole recarsi in Canada. Modificato anche l’avviso di viaggio per i cittadini canadesi.

Fine dell’obbligo dei molecolari PCR

Il governo canadese ritiene che il coronavirus sia abbastanza sotto controllo per poter introdurre allentamenti su ampia scala. Secondo il Ministro della Saluta, Jean-Yves Duclos, gli allentamenti sono possibili perché il Canada si è lasciato alle spalle il picco della variante Omicron e la popolazione ha rispettato attentamente le norme anti-Covid.

Dal 28 febbraio 2022 i viaggiatori completamente vaccinati non saranno più obbligati a effettuare un test molecolare prima della partenza; un test rapido sarà sufficiente. Il test rapido deve essere effettuato massimo un giorno prima dell’arrivo in Canada, il molecolare massimo 72 ore prima della partenza. Il test rapido non si può fare a casa, ma deve essere prelevato da un ente sanitario. I viaggiatori possono essere selezionati a campione all’arrivo per un test, ma non dovranno più restare in quarantena fino al suo esito.

Altri allentamenti

Per i bambini fino agli undici anni non completamente vaccinati sono rimosse tutte le limitazioni di viaggio, a patto che siano accompagnati da un adulo completamente vaccinato. Per il momento i bambini che non hanno concluso il ciclo vaccinale e che vogliono visitare luoghi affollati in Canada (parchi divertimento, camping, ecc.) o in cui si trovano individui vulnerabili (ospedali, case di riposo, ecc.) devono prima trascorrere 14 giorni in quarantena a casa. Dal 28 febbraio non sarà più necessario.

Il governo canadese, inoltre, non sconsiglia più ai propri cittadini di viaggiare e valuta di rimuovere tutte le restrizioni contro il coronavirus per viaggi brevi all’estero (di meno di 72 ore), come potrebbero essere degli spostamenti negli Stati Uniti.

Anche le province del Canada hanno introdotto allentamenti a livello regionale. L’Ontario vuole revocare l’obbligo vaccinale e l’Alberta vuole sollevare i bambini dall’obbligo di mascherina a scuola.

Regole per i viaggiatori non vaccinati

Chi non è vaccinato o non completamente deve tener conto delle limitazioni anche dopo il 28 febbraio per entrare in Canada. I cittadini canadesi che non sono completamente vaccinati devono tuttora effettuare obbligatoriamente un test molecolare PCR e all’arrivo in Canada devono restare 14 giorni in quarantena a casa. I viaggiatori internazionali non vaccinati non possono entrare in Canada.

eTA tuttora obbligatoria

I viaggiatori completamente vaccinati che vogliono recarsi in Canada devono anche richiedere un’eTA o un visto. Senza il rilascio di un’eTA o un visto non si accede al Canada. I viaggiatori europei possono utilizzare l’eTA per il Canada, rilasciata in media entro 5 giorni. L’eTA non è un documento cartaceo, ma un’autorizzazione di viaggio elettronica. Viene associata digitalmente al passaporto del viaggiatore. In aeroporto è sufficiente esibire il proprio passaporto agli scanner.

I viaggiatori che non possono richiedere un’eTA, possono richiedere un visto per recarsi in Canada. La procedura per la richiesta del visto è molto più lunga rispetto a un’eTA. In alcuni casi occorre presentarsi all’ambasciata per un colloquio.