Notizia | | 20/01/2022 | Tempo di lettura: ±3 minuti

Da novembre 2021 i turisti possono tornare a recarsi in Cambogia. Il Paese vuole puntare soprattutto sul turismo sostenibile (ecoturismo) dopo un lungo periodo di severe restrizioni all’ingreso. In quest’articolo scoprirai di più sui viaggi sostenibili in Cambogia e come compensare le emissioni di CO2 del tuo viaggio durante larichiesta del visto.

Viaggiare in Cambogia è di nuovo possibile

A causa della pandemia di corona virus per un anno e mezzo non è stato possibile recarsi in Cambogia per turismo. Nel frattempo il numero dei contagi nel Paese è fermo a cifre basse, tanto che il governo ha deciso a novembre 2021 di riaprire i confini. Con il secondo tasso vaccinale del Sudest asiatico, il governo della Cambogia ritiene sia ormai sicuro ammettere i viaggiatori nel Paese. Occorre, però, che i viaggiatori richiedano in anticipo un visto Cambogia. Così facendo, tutti possono visitare attrazioni famose in tutto il mondo, come Angkor Wat. Ma anche per i sostenitori della causa ecologica e gli amanti della natura la Cambogia ha molto da offrire.

Visitare la foresta pluviale incontaminata

I Monti Cardamomi sono diventati negli ultimi anni un hotspot per il turismo sostenibile. La catena montuosa si trova nell’ovest della Cambogia, nel mezzo di una delle foreste pluviali più vaste e incontaminate del Sudest asiatico. In quest’area vive un’ampia diversità di animali rari e selvaggi, come la viverra indica, la tigre cinese, l’orso della Malesia e l’elefante indiano. Si stima che ci vivano più di 100 mammiferi diversi e almeno 62 specie animali protette.

Il comune di Chi-Phat, nelle montagne del Cardamomo, è il punto di partenza ideale per una visita sostenibile dell’area. La particolarità di Chi-Phat è che tutte le attività turistiche sono organizzate dalla popolazione locale. I visitatori possono guidi godere di un punto di vista intimo nella vita di questa comunità isolata e della loro relazione con la natura circostante, contribuendo allo sviluppo sostenibile della regione. Un’altra opzione per scoprire i Monti Cardamomi è pernottare nel premiato Cardamom Tented Camp. Qui i viaggiatori possono fuggire dal turismo di massa in tende comode e ben equipaggiate. Il ristorante adiacente serve piatti e bibite locali. Un soggiorno nel Cardamom Tented Camp contribuisce anche alla tutela della foresta pluviale circostante.

Ecoturismo a Siem Reap

I viaggiatori in Cambogia non perdono mai Siem Reap, perché si trova vicino al complesso dei templi di Angkor Wat. Anche in questo sito turistico è possibile aiutare lo sviluppo sostenibile della Cambogia, facendo scelte responsabili. Il mercato Made in Cambodia permette ai visitatori di acquistare prodotti artigianali locali. Se stai cercando un souvenir fatto a mano per sostenere l’artigianato locale, il mercato Made in Cambodia vale sicuramente una visita. Il mercato è aperto tutti i giorni della settimana al pomeriggio dalle 12.

Vuoi assistere a uno speciale spettacolo di circo senza animali? Phare, The Cambodian Circus lega i racconti della Cambogia alla storia recente, la cultura indigena, la danza e la musica con incredibili esibizioni acrobatiche. Il circo viene organizzato da un’organizzazione sociale e un centro di formazione. Visitando il Phare, non solo si assiste a uno spettacolo meraviglioso, ma si contribuisce anche alla formazione di artisti e giovani Cambogiani.

I visitatori ecologisti possono scegliere gli hotel di Siem Reap che partecipano alla campagna “ReFill Not Landfill”. Più di 40 aziende di Siem Reap ne fanno parte. Gli hotel partecipanti sostengono l’utilizzo di borracce riutilizzabili mettendo a disposizione dei propri clienti rubinetti di acqua potabile. La quantità di plastica che finisce nell’ambiente viene così drasticamente ridotta.

Interessante, non è vero? Richiedi subito il tuo visto

Tutto pronto per partire per la Cambogia (nel rispetto dell’ambiente)? Allora richiedi subito il tuo visto Cambogia. Durante la richiesta del visto puoi selezionare nel modulo l’opzione per compensare le emissioni di CO2 del tuo volo. Pagherai un supplemento destinato esclusivamente a progetti certificati conformi ai Verified Carbon Standard che compensano le emissioni di CO2. Potrai così volare in Cambogia senza preoccuparti dei danni che ne derivano per l’ambiente.