Notizia | | 10/08/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

L’Australia è il sesto Paese più grande del mondo, due volte più grande dell’India e dodici volte più grande della Francia (il Paese più grande dell’Unione Europea). Tuttavia, i francesi sono più del doppio degli australiani. Si può quindi dedurre che gran parte dell’Australia è disabitata. Poiché in queste zone remote non vi sono trasporti pubblici, avere un’auto è essenziale per chi vuole vedere altro oltre alle città. In questo articolo scoprirai come noleggiare la buona auto e cosa dovrai tenere presente.

Documenti richiesti

In quasi tutti gli stati australiani, ad eccezione del Queensland, è necessaria una patente internazionale per guidare. Nel Queensland la patente internazionale non è richiesta per legge, ma secondo l’ANWB è raccomandata perché permette ai viaggiatori di avere una traduzione in inglese della loro patente. Una patente di guida internazionale costituisce un’aggiunta alla patente personale ed è meglio ottenerla prima della partenza.

Si noti anche che in Australia, come in Europa, è necessaria una patente di guida C1 per guidare camper con un peso massimo autorizzato di oltre 3500 chili. Tuttavia, dato che la patente australiana è valida per guidare veicoli con un peso totale massimo di 4,5 tonnellate, le compagnie di noleggio australiane spesso affittano camper di peso compreso tra 3,5 e 4,5 tonnellate a turisti europei con una patente B. Solitamente l’assicurazione fornisce una copertura, ma verificalo con la tua compagnia assicurativa se noleggerai un camper.

Avrà anche bisogno di un visto Australia. I viaggiatori provenienti dalla maggior parte dei Paesi europei, compresi i Paesi Bassi e il Belgio, possono richiedere un visto eVisitor che le permette di rimanere nel Paese per tre mesi. Tutti i viaggiatori, compresi bambini e neonati, hanno bisogno di un visto. È importante anche avere un passaporto valido per almeno 6 mesi dall’arrivo in Australia. Si tratta di uno dei requisiti per entrare nel Paese.

Infine, per noleggiare un’auto avrai quasi sempre bisogno di una carta di credito, richiesta dai noleggiatori come deposito per il noleggio, di modo che possano sempre addebitari eventuali danni. Puoi richiedere una carta presso la sua banca.

Da non dimenticare

Molte compagnie di noleggio hanno fissato requisiti aggiuntivi per i giovani guidatori, statisticamente più propensi ad provocare incidenti. Per legge, chiunque abbia 18 anni o più può guidare un’auto con una patente B, ma le compagnie di autonoleggio spesso fissano la soglia minima un po’ più in alto. Per esempio, aumentano il limite d’età o il costo del noleggio. Se il conducente dell’auto in affitto ha fino a 25 anni o ha la patente da poco tempo (tra i 2 e i 4 anni, a seconda dello stato australiano in cui noleggia l’auto), è consigliabile verificare le regole della compagnia di noleggio.

L’Australia è un’ex colonia britannica e si guida sul lato sinistro della strada. Il volante si trova quindi sul lato destro dell’auto e le rotatorie si prendono in senso antiorario.

Certo, chi arriva da destra ha la priorità. In un incrocio a T, invece, l’auto che guida sul lato più lontano della T non ha mai la precedenza, anche se viene da destra. In Australia, come in quasi tutti i Paesi europei, è vietato utilizzare un telefono cellulare alla guida. Un’altra regola è che un’auto può essere parcheggiata solo nella direzione della strada, cioè non contromano, ovvero non si può attraversare una strada a doppia carreggiata perché parcheggiare sull’altro lato della strada.

La natura ha le sue leggi sul traffico

Guidare in una città australiana probabilmente non è molto diverso da quello a cui sei abituato, ma chi osa percorrere lunghe distanze attraverso la natura vuota deve tener conto di condizioni diverse dall’Italia. Le strade sono molto lunghe, rettilinee e abbastanza monotone. Capita di guidare nella stessa direzione per ore senza che il paesaggio cambi minimamente. In queste circostanze può essere difficile rimanere concentrati senza rischiare un colpo di sonno al volante dopo un lungo viaggio.

Nella stagione delle piogge alcune strade si allagano e in casi estremi interi villaggi diventano inaccessibili. Nella stagione secca gli incendi boschivi sono più frequenti e possono anche bloccare le strade. Il manto stradale delle deviazioni potrebbe essere dissestato, presentare buche o persino non asfaltato. Anche il ciglio della strada è sdrucciolevole. Inoltre, le strade non sono illuminate e molti animali sono notturni, il che aumenta il rischio di una collisione. È quindi consigliabile assicurarsi di trovare un posto dove fermarsi prima del tramonto.

Fare il pieno è essenziale perché a volte possono trascorrere ore prima di incontrare una stazione di servizio. Meglio riempire una tanica di carburante e portarla durante il viaggio. Porta anche molte bottiglie d’acqua potabile. Infatti, può fare molto caldo nell’entroterra australiano. Ricordati anche di controllare il livello del liquido di raffreddamento.

Nelle aree di sosta o ‘Rest Area’ (indicate da un cartello stradale) lungo le strade, tutti possono accamparsi liberamente. Tuttavia, queste fermate sono molto spartane. Un campeggio è più comodo perché vi sono maggiori più strutture. Alcuni campeggi sono addirittura gratuiti. In alta stagione, tuttavia, è consigliabile prenotare per pernottare in un campeggio.

Se rimarrai in Australia per un lungo periodo, a volte può avere più senso, invece di affittare un’auto, comprarne una all’arrivo per poi rivenderla alla partenza. Questo metodo è spesso più economico che noleggiare un’auto per molto tempo.

Può essere una buona opzione anche affittare o comprare un furgone o un’auto di grandi dimensioni. In questo modo avrai sempre un tetto sopra la testa nell’Outback australiano.