Notizia | | 26/08/2022 | Tempo di lettura: ±5 minuti

Da qualche tempo i viaggiatori non hanno più bisogno della Certificazione verde COVID-19 o di un certificato di esenzione per recarsi in Australia. Tuttavia, nonostante l’abolizione delle misure relative al coronavirus e il fatto che l’Australia si stia sviluppando ulteriormente per i turisti, i visitatori internazionali rimangono lontani. Richiedi il visto necessario e scopri l’Australia che si sta reinventando.

L’Australia di nuovo accessibile da sei mesi con il visto turistico online

Sei mesi fa, il 21 febbraio 2022, sono ripartiti i primi voli internazionali verso l’Australia. A causa della rigida chiusura dei confini, il Paese è stato anche chiamato la “Fortezza Australia”. Da qualche tempo, i viaggiatori non hanno più bisogno della Certificazione verde, della “Digital Passenger Declaration” o della “Maritime Travel Declaration” per recarsi nel Paese. Per i turisti e i viaggiatori d’affari è sufficiente il visto eVisitor che può essere facilmente richiesto online.

Nuovo spirito australiano

L’Australia è grande e sconfinata e solo più o meno la metà dei suoi circa 26 milioni di abitanti lavora. Il Paese è quindi alle prese con una forte carenza di personale, soprattutto nel settore del turismo. Ciò è dovuto in gran parte al fatto che mancano i turisti con un visto Working Holiday. In tutta l’Australia, il numero di visitatori ammonta a meno della metà del numero di visitatori internazionali che hanno visitato il Paese per un breve soggiorno nel giugno 2019. Al momento sono soprattutto i backpacker con un visto Working Holiday che non si stanno recando nel Paese a influenzare il turismo australiano, ma anche molti visitatori cinesi e giapponesi rimangono lontani a causa dei bassi salari e della situazione relativa al coronavirus in patria.

Melbourne e Sydney

L’Australia è una destinazione popolare tra gli amanti della natura, ma il Paese ha molto da offrire anche a chi ama la città. Gli amanti del lusso avranno di che gioire a Melbourne, soggiornando o visitando uno dei tanti nuovi hotel degni di Instagram. Dall’80° piano del nuovo Ritz-Carlton, situato nel cuore della città, si gode di una spettacolare vista panoramica. Anche per gli amanti della spiaggia c’è molto da fare. La costa tra Kiama e Jervis Bay o Shoalhaven, un po’ più all’interno, sono perfette per rilassanti escursioni in spiaggia di più giorni. Sulle spiagge di Paperbark Camp, il mare si illumina del fiabesco blu oltremare del luminoso plancton.

Spiagge deserte sulla costa meridionale dell’Australia

Se conosci già queste attrazioni o cerci qualcosa di diverso, è una buona idea addentrarsi nella natura per nuove scoperte. Durante la crisi dovuta al coronavirus, la popolazione australiana ha riscoperto i lunghi tratti di spiaggia della desolata costa meridionale dell’Australia Occidentale. In particolare, le spiagge del piccolo e vasto villaggio di Esperance, a circa 700 km a sud-est di Perth. Qui si trovano le bellissime spiagge di sabbia bianca di Twilight Beach e Lucky Bay, con la sporadica impronta di qualche canguro, e Hellfire Bay, che si affaccia su un arcipelago di isole abitate da foche e leoni marini.

Lago rosa

Più a est, su Middle Island, si trova il lago Hillier, un lago d’acqua salata rosa. Non è adatto alla balneazione, ma può essere visitato in barca o ammirato dall’alto in elicottero. Per continuare a proteggere la biodiversità dell’isola anche in futuro, prima di prenotare un tour è importante verificare che il fornitore disponga dei permessi necessari. L’Australia Occidentale vanta diversi laghi rosa, che si colorano per motivi diversi e in circostanze diverse, ma il lago Hillier rimane inalterato per tutto l’anno. Non lasciarti ingannare dal Pink Lake, più vicino a Esperance, che non è più rosa da oltre un decennio, nonostante il nome.

Aree inesplorate e turismo sostenibile

Meno di un quinto dei visitatori che visitano il massiccio roccioso di Uluru si recano anche alle Bungle Bungles nel nord dell’Australia Occidentale. Queste formazioni rocciose di arenaria sono una sorta di copia mille volte più piccola rispetto alla formazione rocciosa di fama mondiale, e si possono ammirare al meglio da un elicottero. Prenota un volo regionale da Perth e scopri il paesaggio e la cultura aborigena del parco nazionale Francois Peron, nell’estremo ovest dell’Australia Occidentale. Il Paese presenta anche diverse possibilità di viaggi on the road. Il miglior viaggio su strada in Australia non si fa attraversando la terraferma, ma lungo l’incontaminata costa orientale della Tasmania. Nel Territorio del Nord ci sono diverse aziende turistiche socialmente responsabili che collaborano con la popolazione locale per garantire che il turismo culturale attorno all’arte rupestre aborigena e le riserve marine ecologiche della Terra di Arnhem rimanga gestibile e sostenibile.

Richiedi un visto Australia eVisitor prima di partire

Ti è venuta voglia di scoprire l’Australia reinventata? Il visto per l’Australia è facile da richiedere online ed è valido per un anno dal momento di approvazione. Il visto può essere utilizzato per uno o più viaggi. La maggior parte dei viaggiatori europei soddisfa i requisiti per il visto Australia eVisitor. Puoi presentare la richiesta online in modo semplice e veloce, tutto ciò di cui hai bisogno sono i dati del tuo passaporto. Il passaporto deve essere valido per almeno 3 mesi dal giorno di arrivo in Australia. Prima di richiedere il visto eVisitor, verifica se soddisfi tutti i requisiti.