Notizia | | 23/12/2021 | Tempo di lettura: ±4 minuti

Le bellezze dell’Australia non si trovano solamente in città, ma anche al di fuori. Con il visto Australia è possibile trascorrere tre mesi in Australia, un periodo di tempo che consente di esplorare il selvaggio outback australiano!

Che cos’è l’outback?

Con outback si intente l’ampio entroterra dell’Australia, che costituisce più del 70 percento dell’isola, pari a 5,6 milioni di km² (un’area della dimensione di mezza Europa). L’outback è un territorio particolarmente vario. Percorrendolo, si incontrano sia paesaggi rigogliosi che deserti colpiti dalla siccità. L’area è prevalentemente disabitata. Sui circa 26 milioni di abitanti dell’Australia, solo 800’000 vivono nell’outback, di cui circa un quarto sono nativi australiani, gli Aborigeni. L’outback comprende solamente un paio di città e villaggi. La città più grande è Kalgoorlie-Boulder, ma le più famose sono Darwin e Alice Springs.

Prepararsi a un viaggio nell’outback

È importante partire ben preparati per un viaggio nell’outback. Un conto è leggere quanto grande è l’outback, un conto è viverlo in prima persona. Capita di viaggiare in auto per ore senza che il paesaggio cambi minimamente. A causa delle strade lunghe e rettilinee può succedere che chi è alla guida si distragga, tanto che gli incidenti non sono così rari su questi percorsi. Si consiglia dunque di prendere pause a sufficienza dalla guida, per riposarsi non solo fisicamente, ma anche mentalmente.

Per spostarsi in macchina nell’outback si raccomanda l’utilizzo di auto a quattro ruote motrici. Non solo perché alcune strade dell’outback sono difficilmente percorribili, ma anche perché ai viaggiatori internazionali non è consentito percorrere vie non asfaltate senza le quattro ruote motrici. Le auto si possono noleggiare in città come Alice Springs e Darwin, ma anche ad Adelaide.

Controlla la velocità quando guidi nell’outback. Le strade dell’outback (spesso isolate) potrebbero indurre nella tentazione di guidare molto velocemente, ma è fortemente sconsigliato. Infatti, può capitare che un canguro attraversi la strada saltando e chi al volante deve avere abbastanza tempo per frenare in sicurezza.

Il visto Australia vale anche per l’outback

Non serve un visto particolare per esplorare le terre selvagge dell’outback. Con un normale visto Australia potrai esplorare anche l’outback. Il visto è valido per un anno e consente di soggiornare in Australia massimo tre mesi alla volta. L’outback, però, è così immenso che ti serviranno probabilmente diversi viaggi per visitare l’intero territorio. Con un visto eVisitor è possibile effettuare un numero di viaggi in Australia illimitato durante il periodo di validità di un anno. Non dovrai quindi richiedere un nuovo visto se tornerai in Australia nell’arco dello stesso anno.

Attenzione: per attraversare i territori degli Aborigeni, come Great Central Road e Tjukaruru Road serve un’autorizzazione speciale. Tale autorizzazione è gratuita e può essere richiesta online. Verifica prima di partire se il tuo itinerario attraversa tali territori.

Le bellezze dell’outback

Uluru

Uluru, o Ayers Rock, una delle attrazioni turistiche più famose dell’outback australiano, è un enorme monolite alto 348 metri che si trova per la maggior parte nel sottosuolo. Uluru riveste un forte valore culturale per la comunità aborigena locale, gli Anangu, che organizzano visite guidate sul territorio e sugli aspetti storico-culturali di Uluru. Uluru è famoso soprattutto per i suoi splendidi colori, che cambiano durante il corso della giornata. All’alba e al tramonto la roccia si colora di un rosso davvero impressionante.

Parco nazionale Kakadu

Nel nord dell’Australia, vicino a Darwin, si trova il parco nazionale Kakadu. Con una superficie di circa 20’000 km², Kakadu è di gran lunga il parco nazionale più vasto dell’Australia, famoso soprattutto per i coccodrilli marini (i rettili più grandi del mondo) che vi si trovano in grandi quantità, ma si contano anche oltre 270 specie di uccelli nel parco. Il territorio in cui si trova il parco è abitato da più di 40’000 anni. In diversi punti del parco, infatti, si possono ammirare pitture rupestri secolari e altre meraviglie archeologiche.

Kings Canyon

Il Kings Canyon è una gola con pareti di oltre 300 metri di altezza. Il canyon si trova nel Parco nazionale Watarrka, nella parte settentrionale dell’outback australiano. Il Kings Canyon offre diversi sentieri che conducono attraverso la gola. Il sentiero più breve è di due chilometri, quello più lungo, detto Kings Canyon Rim Walk, di sei e posso servire quattro ore per percorrerlo. Per molti visitatori, però, ne vale la pena, perché il sentiero porta fino in cima al canyon, dove si apre una vista spettacolare.

The Devils Marbles

Nella Devils Marbles Conservation Reserve si trovano i Devils Marbles, ovvero le “biglie del diavolo”. Si tratta di pietre naturalmente sferiche di dimensioni molto diverse: alcune hanno un diametro di sei o sette metri, mentre altri di solo qualche decimetro. Ammirare questi massi in parte perfettamente sferici nella pianura dell’outback australiano è un’esperienza unica da non perdere.