Notizia | | 06/11/2020 | Tempo di lettura: ±4 minuti

LʼEgitto è noto per i suoi resort di lusso e gli hotel all-inclusive, ma il Paese ha molto di più da offrire che solo una vacanza al mare. Il Paese è una destinazione perfetta per gli amanti di cultura e di storia: lʼEgitto è la terra dei faraoni e delle piramidi, dove nacque una della civiltà più antiche del mondo. Per una vacanza in Egitto è necessario un visto che può essere richiesto online.

Piramidi di Giza e la capitale dellʼEgitto: Il Cairo

Una delle zone più visitate del Paese è Il Cairo e dintorni. Ai margini della capitale dellʼEgitto si trovano le Piramidi di Giza, che sono tra le strutture più famose e più antiche dellʼumanità. Le piramidi hanno quasi 5.000 anni e sono lʼunica delle sette classiche meraviglie del mondo che esiste ancora. Le Piramidi di Giza sono composte dalla Piramide di Cheope - la piramide più grande -, la Piramide di Chefren, la Piramide di Micerino e tre piramidi più piccole chiamate "Piramidi delle Regine". Accanto alla Piramide di Chefren si trova la famosa Sfinge di Giza, una costruzione impressionante di 20 metri di altezza e 73 metri di lunghezza.

Anche Il Cairo stesso vale sicuramente una visita. I musei della capitale sono una tappa obbligata per i viaggiatori interessati allʼAntico Egitto. Nel Museo di antichità egiziane, chiamato anche Museo egizio, si può vedere la maschera funeraria dʼoro di Tutankhamon, uno dei manufatti più famosi al mondo. Nel 2021 al Cairo aprirà il nuovo "Grand Egyptian Museum", chiamato anche "Giza Museum". Questo museo avrebbe dovuto essere parzialmente aperto al pubblico entro il 2020, ma lʼapertura è stata rinviata a causa dellʼepidemia di Coronavirus. Un altro punto culminante del Cairo è il suq Khan-el Khalili, il più grande mercato arabo coperto del mondo, dove si possono trovare spezie, gioielli, abbigliamenti tradizionali e altri souvenir.

Luxor: la capitale dellʼAntico Egitto

Unʼaltra attrazione turistica in Egitto è Luxor, una città situata nel centro del Paese, sulla riva orientale del Nilo. La città è anche conosciuta come il cuore dellʼAntico Egitto. La Valle dei Re, che si trova vicino a Luxor, è uno dei siti archeologici più famosi dellʼEgitto e quindi una delle più importante attrazioni turistiche del Paese. Nella valle si possono vedere le tombe dei faraoni egiziani, tra cui quelle di Tutankhamon, Ramses I, Ramses II e Ramses III.

Vicino alla valle si trovano inoltre i Colossi di Memnone, due enormi statue di pietre che sono resti di un tempio in onore del faraone Amenhotep III. Altri punti salienti di Luxor sono il complesso templare di Karnak - di cui fa parte anche il Grande tempio di Amon, un tempio enorme con colonne alte fino a 15 metri - e il Tempio di Luxor che si trova nel centro della città e che è uno dei più grandi templi dellʼEgitto.

Assuan e il sud dellʼEgitto

A sud di Luxor si trova Assuan, una città nota soprattutto per la sua diga che chiude il Nilo e protegge il terreno dietro di esso dalle inondazioni. La costruzione della diga di Assuan ha creato il lago Nasser, un bacino idrico lungo circa 550 chilometri che si trova nel sud dellʼEgitto e nel nord del Sudan. Il luogo dʼinteresse più famoso di Assuan è il tempio di File, un tempio che originariamente si trovava su unʼisola del Nilo che è stata allagata dal bacino idrico e che è stato ricostruito su unʼaltra isola (lʼisola di Agilkia) durante la costruzione della diga.

Molti turisti si recano da Assuan ad Abu Simbel, due templi giganteschi in roccia. I templi sono stati costruiti ai tempi di Ramses II e di sua moglie Nefertari. Durante la costruzione della diga di Assuan, i templi sono stati tagliati in grandi blocchi per proteggerli dallʼacqua e ricostruiti 64 metri più in alto. Due volte allʼanno, il 21 febbraio e il 21 ottobre, la luce del sole colpisce tre delle quattro statue allʼinterno del santuario. Le tre statue illuminate rappresentano Ramses II divinizzato, Amon-Ra e Ra-Harakhti. La statua del dio Ptah, considerato dio delle tenebre, rimane sempre nellʼoscurità.


Richiedere il visto Egitto online

Chiunque desideri visitare le Piramidi di Giza, la Valle dei Re o Abu Simbel, deve richiedere un visto Egitto. Questo visto può essere facilmente richiesto online, motivo per cui non è più necessario recarsi allʼambasciata egiziana. Tuttavia, vi sono alcuni requisiti per il visto Egitto richiedibile online. Ad esempio, i viaggiatori devono essere in possesso di un passaporto che allʼarrivo in Egitto ha una validità residua di almeno 8 mesi. Allʼarrivo in Egitto, i viaggiatori devono inoltre essere in grado di mostrare un itinerario di viaggio stampato che indichi tra lʼaltro i voli e gli hotel prenotati.

Inoltre, questo visto non consente di rimanere nel Paese per più di 30 giorni consecutivi. Esistono due varianti del visto Egitto elettronico: un visto che permette di arrivare in Egitto una sola volta ("single entry") e un visto che permette di arrivare nel Paese più volte durante il periodo di validità di 90 giorni ("multiple entry"). Tuttavia, anche con un visto per ingressi multipli si può rimanere in Egitto per un massimo di 30 giorni. I viaggiatori in possesso di un visto Egitto elettronico hanno quindi abbastanza tempo per visitare le attrazioni turistiche menzionate in questo articolo.

Attenzione: questo articolo concernente il visto per l’Egitto è stato scritto più di un anno fa. Potrebbe contenere informazioni e consigli datati che non possono conferire alcun diritto. Se stai per partire per un viaggio e desideri sapere quali siano le norme attualmente in vigore, ti invitiamo a leggere tutte le informazioni attuali riguardanti il visto per l’Egitto.